Handy

”Carissimi, noi fin d’ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato. Sappiamo però che quando egli si sarà manifestato, noi saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è.”

(1Gv 3,2)

Chi siamo

La parrocchia, attraverso dei volontari, svolge un servizio di assistenza a ragazzi e adulti diversamente abili. Il gruppo Handy è nato più di venti anni fa per dare ai ragazzi che frequentano i gruppi di catechesi e, più in generale, alla realtà parrocchiale, la possibilità di vivere un’esperienza pratica di carità e di solidarietà.

Il gruppo fornisce un’opportunità di crescita sia per i soggetti disabili, sia per gli operatori: al centro dell’attività c’è la persona portatrice di handicap con i suoi problemi, le sue difficoltà, ma anche le sue ricchezze e le sue risorse inaspettate; abbiamo anche lo scopo, però, di educare gli assistenti al servizio gratuito, dando loro la possibilità di approfondire la propria fede e la propria formazione.

Sono circa una ventina le persone (portatori di diversi tipi di handicap fisici e psichici, per i quali è necessario personalizzare i percorsi) seguite dagli operatori; diverse sono le attività che vengono svolte, dalla catechesi alle attività manuali, dal gioco ai momenti di preghiera; tutto con l’unico scopo di farli sentire pienamente inseriti nella comunità umana e cristiana.

Gli operatori volontari sono una trentina (sia giovani che adulti, ma tutti con alle spalle un cammino di fede), che, con impegno e sacrificio, sono riusciti a creare con i diversamente abili un rapporto di amicizia che li gratifica e li ripaga abbondantemente del servizio svolto. Ricordiamo che possono aderire ragazzi ed adulti di età non inferiore ai 18 anni, che desiderino mettersi a servizio ed assistere ragazzi portatori di handicap, con serietà e disponibilità.

Informazioni

Il servizio si svolge il sabato dalle ore 16:00 nel salone-teatro parrocchiale e la domenica e durante tutte le feste con la messa delle 11:30.

Il programma delle attività, in genere molto vario per poter mettere meglio a frutto tutte le diverse potenzialità ed interessi dei ragazzi, comprende:

  • attività ricreative (balli, canti, karaoke) con l’ausilio di lettore cd e cassette, microfono, ecc.
  • attività ludiche (giochi di gruppo, attività sportive…) con l’ausilio di palloni, bocce, giochi vari, ecc.
  • attività artistiche (pittura, costruzione di lavoretti, laboratorio musicale) con l’utilizzo di strumenti musicali a percussione, pongo, colori, tempera, ecc.
  • attività di catechesi (preghiera di Natale, Via Crucis, catechesi specifiche), con l’ausilio di filmati, cartelloni e diapositive.

A tali attività si accompagnano momenti più specifici e svolti fuori degli ambienti: cinema, picnic al parco, passeggiate al centro commerciale, pomeriggio al lunapark, visite culturali (Basilica di San Pietro e Castel Sant’Angelo, Bioparco, Parco dei Mostri a Bomarzo). Per gli spostamenti, spesso utilizziamo, anche se con qualche difficoltà, i mezzi pubblici (autobus, metropolitana, treno), mentre abbiamo l’ausilio del pulmino parrocchiale per chi è impossibilitato negli spostamenti. Ricordiamo che la parrocchia contribuisce all’acquisto del materiale e delle strutture necessarie per lo svolgimento delle attività.

Come già detto, ogni domenica i ragazzi sono accompagnati alla S. Messa parrocchiale; in particolari momenti dell’anno, però, per facilitare la partecipazione alle celebrazioni liturgiche, è celebrata una messa specifica per il gruppo, che favorisca la partecipazione attiva dei ragazzi.

Nel corso della settimana, 2-3 volte al mese, gli operatori hanno degli incontri di formazione per conoscere le varie realtà che vive il portatore di handicap (in famiglia, a scuola, a lavoro,ecc.) e per condividere e confrontare le esperienze vissute. Talvolta c’è l’aiuto di persone esterne che ci arricchiscono con la loro esperienza professionale (psicologi, operatori nel settore dell’handicap) o la loro testimonianza personale (genitori di ragazzi disabili).

Nella prima settimana di Settembre, da quasi 15 anni, è organizzata una vacanza estiva al mare: costituisce un’esperienza unica per i ragazzi, che l’attendono con impazienza per quasi l’intero anno, e per gli assistenti, che riescono a sperimentare con pienezza il senso del “servire” gli altri e a vivere in profondità il rapporto di amicizia con i ragazzi che seguono. Essendo molto problematico utilizzare i mezzi pubblici, si affitta un pullman privato, per recarsi generalmente in località di Passoscuro, presso la struttura “Stella maris” di don Guanella, completamente attrezzata per disabili. La parrocchia contribuisce alle spese del soggiorno.

Per informazioni, ci si può riferire a don Pino oppure ai responsabili Flaminio, Michela, Simone ed Elena (melenam@libero.it)

Permalink link a questo articolo: http://sanpolicarpo.it/?page_id=341